Geofluid

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
Mer Ottobre 03 2018
03:00 - 02:59
Programma Relatori Luogo

Geofluid

Ritorna dal 3 al 6 ottobre a Piacenza la mostra internazionale delle tecnologie e attrezzature per la ricerca, estrazione e trasporto dei fluidi sotterranei, appuntamento fondamentale per tutti gli operatori del settore.

Nel 2018 GEOFLUID compie i 40 anni di attività, quarant’anni al fianco delle aziende e degli operatori del settore come vetrina dell’evoluzione tecnologica del mercato di riferimento.

E noi di Dario Flaccovio saremo presenti con uno stand, con numerosissimi libri del nostro catalogo e tanti appuntamenti da non perdere.

Passa a salutarci: CORSIA C STAND 102 – PADIGLIONE 1

 

Per partecipare agli incontri DF è obbligatorio prenotarsi tramite email a eventi@darioflaccovio.it indicando: nome, cognome, mail e il workshop a cui si vuole partecipare.

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Programma

Abbiamo organizzato insieme ai nostri autori alcuni appuntamenti di approfondimento:

SALA F – PRIMO PIANO venerdì 5 ottobre

10 – 12

Giancarlo Dal Moro

Workshop:
Dieci anni di NTC: problemi (tecnici e non) e stato dell’arte in fatto di analisi di dati sismici e vibrazionali

 

SALA F – PRIMO PIANO venerdì 5 ottobre

13:30 – 15:30

Maurizio Gorla

Workshop:
I Piani Sicurezza dell’Acqua: significato, obiettivi e flusso di lavoro

 

SALA C – PIANO TERRA – GALLERIA sabato 6 ottobre

11 – 13

Valerio Noti                                                                                                                                                                                                                                                                                              Workshop:

Geologia e GIS
Analisi e gestione del territorio con software GIS Open Source

 

I problemi legati ad un'approssimativa comprensione dei fenomeni fisici oggetto di analisi ha portato, complice l'assenza di puntuali e competenti controlli da parte degli organi a questo (teoricamente) deputati, ad una precaria attuazione delle NTC con applicazioni bizzarre e curiose di metodi ed acronimi che sono troppo spesso rimasti mero fatto verbale svincolato da una fattuale comprensione.
L'incontro sarà l'occasione per riassumere ed esaminare alcune delle problematiche quotidiane che da questo derivano, ampliando al contempo lo sguardo sullo stato dell'arte in fatto di analisi dei dati sismici e vibrazionali. Faremo dunque una panoramica sui seguenti argomenti: MASW multi-componente, elaborazioni FVS, ESAC e curve effettive, HVSR e segnali industriali, HoliSurface®, MAAM e analisi vibrazionali di cantiere e su edifici (identificazione modi torsionali e flessionali via GHM).
Il workshop sarà anche l'occasione per presentare in anteprima il nuovo libro di prossima uscita con Dario Flaccovio Editore riguardante tutte le metodologie sismiche e vibrazionali pertinenti alle Norme Tecniche per le Costruzioni.



L'incontro è rivolto a: geologi, ingegneri e architetti.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) i Piani per la sicurezza dell'acqua PSA (water safety plans) rappresentano il mezzo più efficace per garantire sistematicamente la sicurezza di un sistema idropotabile, la qualità delle acque fornite e la protezione della salute dei consumatori. Con decreto del 14 giugno 2017 il Ministero della Salute ha recepito a livello nazionale la direttiva UE 2015/1787, che introduce l’obbligo di adozione dei PSA per i sistemi di gestione idropotabile.

L’obiettivo del decreto è quello di far adottare, entro il 2025, i PSA a tutti i tipi di gestori idrici; tale scadenza risulta in linea con le indicazioni della Commissione Europea, contenute nella proposta di revisione della direttiva 98/83/CE sulla qualità delle acque destinate al consumo umano, attualmente in discussione in Consiglio e Parlamento dell’UE.

L’implementazione di un PSA consiste in un esaustivo esame del rischio per tutta la filiera idro-potabile – dalla captazione della risorsa idrica fino al punto in cui l’acqua è distribuita per i diversi usi umani – focalizzata alla prevenzione e al controllo dei possibili eventi pericolosi, in particolare secondo gli indirizzi delle linee guida sviluppate dall’ISS e dal Ministero della Salute.

Argomenti:
L'importanza dei GIS nelle Scienze della Terra, esempi di applicazione
Open Data geografici/geologici e formati di dati
I Modelli Digitali di Elevazione (DEM)
Geoprocessing e analisi spaziale in QGIS
I principali plugin di QGIS in ambito geologico


I Sistemi Informativi Geografici non sono più una prerogativa di una ristretta cerchia di esperti ma stanno diventando strumenti di lavoro quotidiano, grazie alle potenzialità di gestione e analisi spaziale e alla crescente richiesta di dati georeferenziati da parte della Pubblica Amministrazione e di altri soggetti.
In particolare il software Open Source QGIS, attualmente il più utilizzato in questo segmento, ha raggiunto un'importante maturità informatica ed operativa grazie alla semplicità d'uso e all'impegno di una comunità di sviluppatori particolarmente attiva.
Durante il workshop saranno illustrate le principali funzionalità di analisi spaziale GIS nell'ambito delle Scienze della Terra con particolare riferimento ai geoprocessi disponibili in ambiente QGIS (es. geoprocessing raster e vettoriale, gestione DEM, generazione elaborati come carte di pendenza, esposizione dei versanti, calcolo di profili topografici, ecc.) e alle tipologie di output dei risultati ottenuti. Sarà inoltre affrontata la tematica dei dati geografici liberi disponibili in Italia e direttamente utilizzabili in ambiente GIS.

Luogo

Piacenza Expo – Quartiere Fieristico di Piacenza

Via Tirotti, 11 - Frazione Le Mose
Piacenza,

+ Google Maps